Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2015

amici: abbiate pazienza.

le persone che ci stanno sul cazzo sono molto più facili da gestire di quelle cui vogliamo bene:

le persone che ci stanno sul cazzo possiamo evitarle quando sono presenti e non ci mancano quando sono assenti.
le persone cui vogliamo bene sono invece molto più impegnative: ce ne prendiamo cura, stiamo attente ai loro sorrisi, ci preoccupiamo di non ferirle, cerchiamo per loro il meglio e ci dedichiamo al loro bene; quando sono lontane ci mancano.

sono quindi pigre le persone che odiano tutti, quelle che non vogliono impegnarsi nelle relazioni, quelle che scelgono di essere introverse e solitarie. non è solo un problema di empatia.

io non sono pigra e voglio bene a molte persone, anche se spesso sono distratta e non sono in grado di voler bene a queste persone nel modo pieno e vero che vorrei.
però ci sto lavorando: ho un buon margine di miglioramento.

amici: abbiate pazienza. vi voglio bene.

un'esperienza fluida

ho lavorato tanto su me stessa.
lo faccio con costanza tutti i giorni.

lavoro sul mio corpo e sulla mia mente in cerca di presenza e di consapevolezza.

allenamento e meditazione mi stanno insegnando tanto e rappresentano un percorso in cui sono cresciuta e cambiata con progressi costanti e per me molto importanti.

ho sciolto un grumo di rabbia che mi bloccava la circolazione da anni.

mi è costato tanto impegno, tanta fatica e soprattutto tanta sofferenza fisica e psichica; ho finalmente disintegrato un blocco di granito che mi immobilizzava di fronte al mondo, alla vita e alle persone.

ora mi sento fluida, forte, e serena:
fluidamente affronto la quotidianetà
fluidamente mi immergo quando posso nella natura
fluidamente lascio che la vita accada e mi inserisco nel suo corso positivamente

fluidamente mi rapporto alle persone
fluidamnete seguo i miei sentimenti e le mie emozioni

ma perchè siete tutti così granitici?
vi rendete conto delle dighe che costruite?

fluidamente voglio scorrere

consapevolezza

Nelle ultime settimane mi è capitato di vivere momenti che avrei voluto non finissero mai.
Sono finiti ovviamente. Ma cazzo se me li sono goduti!

avere consapevolezza di ogni istante, vivere il presente con attenzione e partecipazione sono gli strumenti fondamentali per riuscire a godere di ogni momento, per vivere intensamente anche esperienze 'normali'.

 non è stato facile; finalmente ho imparato a farlo

ti voglio bene

qualche tempo fa un amico mi spiegava che per lui essere in relazione con una persona significa essere vicini e volersi bene in ogni momento: nell'allegria e nello sconforto, nella simpatia e nelle incazzature, nel bene e nel male.
(non mi è chiaro però se lui intenda anche durante la sindrome premestruale...)
in salute e in malattia, nella buona e nella cattiva sorte, lo aggiungo io.

sembra ovvio, ma in realtà non lo è per niente.
le mie ultime relazioni me lo hanno dimostrato.

riflettendo sulle semplici parole del mio amico, sono arrivata a capire cosa significhi, alla lettera, volere bene a qualcuno: significa semplicemente desiderare il bene per quella persona.

è una cosa semplicissima e bellissima, eppure tanto difficile da capire.

volere bene a una persona significa desiderare per questa cose belle e positive, significa agire per ottenerle, significa gioire per averle trovate.
non c'è spazio per la competizione, l'invidia, la gelosia, l'opportunismo, l'egoismo…