L’uomo giusto e gli uomini che non amano per niente (cit.)

1) L’uomo giusto, non ha problemi di “timidezza”,  di insicurezza e di “traumi passati” che gli impediscono di approcciarti e di invitarti fuori. Ti parla con tranquillità e con la stessa tranquillità ti chiede il numero di telefono per chiamarti e uscire insieme. Un uomo che non ama per niente è incerto nell’approcciarti, dice e non dice, ti dà il suo numero di telefono e con finto disinteresse ti dice “se ti va di uscire chiamami” oppure “sei una ragazza carina/piacevole, è bello parlare con te” e non fa nient’altro. Non sa amare perché per lui una donna vale l’altra, non si mette in gioco,  non si dà da fare per qualcosa a cui tiene, dato che in realtà, passivamente, non tiene a niente, non è veramente interessato a nulla di importante nella vita.

2) L’uomo giusto è un uomo che quando ti dice che ti richiama a una data ora, in effetti a quella data ora richiama davvero. L’uomo che non sa amare chiama quando non ha niente di meglio da fare, quando si sente solo o si snete giù, quando un’altra non gli ha risposto. Chiama soprattutto per mantenere il controllo su di te e tenerti legata e impegnata con lui anche se lui non ha nessuna intenzione di legarsi e impegnarsi con te.

3) L’uomo giusto non ti insulta con termini offensivi (usando le parolacce, giusto per essere chiara) e non insulta e non danneggia nemmeno le tue cose e le persone a cui tieni o il tuo lavoro. Anzi, non insulta proprio nessuno. L’uomo sbagliato è colui che ti insulta per controllarti, dominarti, sfogare la propria rabbia e le proprie frustrazioni. L’uomo giusto ti incoraggia e usa parole e modi che ti danno energia e conforto e che, dopo, ti fanno sentire meglio e ti fanno tirare fuori il meglio di te.

4) L’uomo sbagliato è colui che sembra che ti faccia osservazioni garbate e per il tuo bene, ma, in realtà, ogni volta che ti parla, sembra un professore sapientone e arcigno che ti critica nel profondo. La sua intenzione è quella di manipolarti perché lui sa di non avere potere e in questo modo crede di costruirselo. A tue spese.

5) L’uomo giusto è quello che non è troppo romantico, che non si perde in chiacchiere e in smancerie eccessive, che non ti manda sms del tipo: “Mi manchi” (e intanto siete a 800 km di distanza da 15 giorni o anche da 15 anni) o: “Ti amo”. L’uomo giusto ti dimostra che ti ama, anche se non te lo dice mai. L’uomo sbagliato usa tutti i mezzi di comunicazione possibili per dirti che ti ama e che gli manchi ma non fa nulla per amarti e per starti vicino, non fa nulla per costruire la vostra relazione. Anche in questo caso usa la manipolazione, attraverso sdolcinatezze che a lui non costano nulla e di fronte alle quali tu ti sciogli come neve al sole.

6) L’uomo giusto non alza mai mai mai le mani su di te (o su qualcun altro). L’uomo sbagliato usa le minacce, la voce alta e le mani contro di te. Non dimenticarlo mai.

7) L’uomo giusto è libero con il cuore, la mente e per la legge: non è sposato e/o ci sta pensando, non è sposato e infelice, non è impegnato ma confuso. E’ libero. E non è per nulla confuso. Ha le idee chiarissime.

8) L’uomo giusto non è preoccupato, incerto, spaventato: l’uomo giusto è pienamente nella relazione. Se non è interessato non inizia la relazione o la interrompe, senza fare avanti-indietro che non hanno senso e ti tolgono energia.

9) L’uomo giusto non è il genere di uomo che ti approccia su Facebook perché ha 20 amiche in comune con te e ti scrive in chat: “Sei bellissimaaaa!!! Hai uno sguardo che incanta, mi lasci senza fiatooo”. Questa frase lui la sta scrivendo a tutte le sue amiche di Facebook  contemporaneamente. E, se controlli bene, su 100 amici che ha, 90 sono amiche, dato che lui usa Facebook per broccolare. Questo tipo d’uomo non è interessato a una relazione, tantomeno a una relazione seria. Semplicemente fa il seduttore da strapazzo (ma proprio da strapazzo) per far credere a se stesso di valere qualcosa specchiandosi in quel minimo di interesse che le donne che “abboccano” possono dimostrare per lui. Questo genere di uomo broccola su Facebook e broccola anche nella vita reale.

leggi l'articolo intero di Ilaria Cardani: qui

io aggiungo il punto 10) l'uomo giusto è abbastanza sicuro di sè da non avere alcuna necessità di essere arrogante. e nemmeno prepotente.

Commenti

Post popolari in questo blog

circuito elettrico