ricomincio da me

tre giorni in casa da sola con la febbre e il morale a terra per i noti motivi: tre goffi e stupidi tentativi per far fronte al senso di vuoto e di disperazione.

ora ne sorrido, perché ciascun tentativo a suo modo è andato a segno e adesso posso dire: ricomincio da me

1. il primo e più classico stratagemma antidepressivo per una donna: shopping! on line.
ma niente scarpe per me: mi compro la splitboard che sognavo da quando me l'han rubata!

considerazioni: il mio modello, la mia misura, un prezzo imbattibile... santa polenta, costa così poco (?) che non posso proprio lasciargliela!

conclusioni: ho fatto bene. tanti soldi, ma spesi per un oggetto che desidero e che segna la mia rinascita; che sarà di grandissima motivazione per il mio recupero fisico dopo l'intervento. che poi non è solo un oggetto, ma è uno stile di vita. e il prossimo inverno sarò in gran forma e via a balla!
devo dedicarmi al mio recupero: ricomincio da me.

2. ricerca estrema di distrazione: shopping! on line.
ma niente scarpe per me: cerco un uomo oggetto su un sito di incontri :-/

considerazioni: parto decisa e creo l'account, curo la mia descrizione e mi guardo in giro. non capisco cosa cerco, né cosa trovo. mi sento disorientata. guardo i profili dei ragazzi e mi dico che magari lì in mezzo c'è qualcuno con cui potrebbe essere interessante scambiare due parole, ma che no, non è questo lo strumento giusto. poi guardo i profili delle ragazze e mi dico che no, non mi farò i selfie allo specchio con gli occhi da pesce, la bocca a culo di gallina e le tette in primo piano.
mi sento proprio fuori luogo.
respingo tutte le richieste di contatto, penseranno tutti che me la tiro proprio tanto; io penso che forse il mio amico ha ragione a dirmi che sono figa di legno.

conclusioni: non ha proprio senso che io mi perda via con cose così estranee al mio modo di essere. mi piace il rapporto personale con le persone e in effetti non ho problemi relazionali. non devo farmi condizionare da quello che è successo con lui: i miei rapporti con le persone sono sani, onesti e leali; so amare, so voler bene, so provare e dimostrare empatia. in effetti è lui che ha dimostrato grande ignoranza emotiva e incapacità comunicativa e relazionale.
ho sbagliato a valutare lui e la nostra relazione, ma non sono io il problema: ricomincio da me.

3. brancolamento nel vuoto della disperazione: apriti google e dimmi "come riconquistare un uomo".

considerazioni: sì lo so non potrei fare una ricerca più stupida. me ne rendo conto, mi disprezzo, mi compatisco, mi giustifico e vado avanti. visualizzo i risultati e apro qualche link. continuando a disprezzarmi, a compatirmi e a giustificarmi acquisto (!) un ebook dal titolo: Riconquista la tua vita e riconquisterai il tuo uomo.
nella mia follia io cercavo davvero un manuale che contenesse le istruzioni per conquistare il suo amore: volevo sentirmi dire fai così e cosà e sicuramente lui tornerà da te con il cuore pieno d'amore. follia, lo so.
ho trovato quindi uno sgrammaticato manuale di PNL che mi dice tante cose che so già; che mi dà consigli che sembrano ovvi, ma che forse non lo sono; che mi suggerisce (utili) esercizi per non abbandonarmi alla disperazione. lo leggo tutto e mi rendo conto di essere molto saggia, di saper condurre le relazioni nel rispetto di me e dell'altro, di aver fatto in effetti tutto quello che potevo fare da parte mia perché il nostro rapporto funzionasse. mi rendo bene conto che l'errore più grosso che ho commesso è stato nei confronti di me stessa: ho pianto veramente troppo.

conclusioni: la parte più interessante di tutto l'ebook sta nel titolo: RICONQUISTA LA TUA VITA.
quando finalmente mi sono resa conto di aver sempre condotto il rapporto con lui in modo sano, con attenzione e con rispetto, e di essere stata particolarmente brava a non commettere gli errori più ovvi e comuni, allora ho capito che devo pensare solo a riconquistare la mia vita. ho capito che non c'è possibilità, né margine di azione per conquistare l'amore di un uomo che non sa e non vuole amare; nessuno sforzo vale di fronte a una persona che non ha mai voluto impegnarsi verso di me.
ho fatto tutto quello che potevo fare: adesso ricomincio da me.

nota: Permettimi di descrivere delle situazioni nelle quali ritengo sia il caso di non tornare con il tuo ex, come ad esempio se lui ti ha lasciato a seguito di cambiamenti radicali nella tua vita. Ho conosciuto diversi casi dove lui ha lasciato la sua ragazza a seguito della sua perdita di lavoro, oppure a causa di un grave incidente. Se lui ti ha lasciato a seguito di questi cambiamenti ti consiglio vivamente di abbandonarlo per sempre. Se vuole sarà lui a dover riconquistare il tuo cuore e non viceversa.
quando ho letto queste righe alla fine dell'ebook ho pensato: quanta meschinità e quanta vigliaccheria, lui scappa e lascia lei ad affrontare da sola una grossa difficoltà.
poi mi si è gelato il sangue e ho iniziato a pensare al mio incidente di un anno fa, alla mia spalla rotta, a come è cambiata la mia vita, a tutte le cose che non ho potuto fare in questo anno... e a come è cambiato il nostro rapporto. mi ha scaricato.

mi son sentita veramente stupida e ho ritrovato tutte le ragioni più una per cui l'ho lasciato

RICOMINCIO DA ME

Commenti

Post popolari in questo blog

bodyshaming ed educazione fisica

#puliamoticino